Tuscany Trail - Giorno 2

Ore 6.45 del 3 Giugno, la sveglia suona, gli occhi si aprono difficilmente, fuori dalla finestra il cielo è plumbeo ma non piove. Prepariamo i bagagli e si scende per l'abbondante colazione, una giornata lunga ci attendeva.
Si parte in direzione Bagni di Lucca gli ormai immancabili compagni di viaggio Vincenzo e Gianmarco, la ci aspetta la prima salita.
In paese dopo una quindicina di chilometri facciamo tappa cibo, un panino col prosciutto ed un po' di frutta, giusto per aggiungere un po' di peso al seguito.


Poco dopo il paese inizia la salita, anche oggi sarà lunga e dura e solo a fine tappa di giornata potremo pensare ad un alloggio per la notte, il primo paese sarà dopo oltre 60 km.
Il tempo tiene, lungo la prima salita qualche goccia scende, ma fa solo che bene, ci tiene freschi e svegli. Dopo i primi 30 km facciamo una piccola sosta per ricongiungerci e cogliamo l'occasione per mangiar qualcosa, guardare la cartina e far 2 chiacchiere spiritose con l'immancabile vecchiolina del posto che con tutta la sua onestà cercava di convincerci che la strada che stavamo percorrendo era sbagliata oltre che la più lunga.
Finita la sosta si riparte, fin qui tutto su asfalto, ma ora inizia il bello, entriamo nel boschetto sperando di non trovare il nostro amico "pantano" che ci ha accompagnato per tutto il primo giorno, il nostro amico c'è ma fortunatamente il fondo leggermente ghiaioso drena e per lo meno la salita risulta pedalabile e bella.
In cima al primo strappo c'è tempo, nonostante la nebbia, di fare qualche scatto in attesa dei compagni rimasti un po' indietro.


Il percorso prosegue così, tra boschi, carrarecce, sentieri sterrati e discese talvolta impraticabili a causa del pessimo fondo, fortunatamente non abbiamo fretta e ce le lasciamo alle spalle senza troppi problemi.
A metà del percorso il diluvio del giorno si fa sentire, inizialmente la prendiamo sul ridere ma dopo quasi 2 ore diventa un po' insopportabile e finito lo sterrato decidiamo di fermarci, un bar ristorante con un bel camino caldo ed un buon panino con prodotti locali ci accoglie per una buona oretta.
Rifocillati e asciutti, troviamo il coraggio di ripartire, una buona metà del percorso era ancora davanti a noi, fortunatamente ha smesso di piovere e con le gambe stanche ma il sorriso sul volto partiamo verso la meta finale di questa lunghissima giornata.
Siamo ad una decina di km dalla fine, ed è ormai sera, il GPS dice che è tutta in discesa... ma che discesa...!! bella divertente ma comunque lunga, ma la sorpresa è dietro l'angolo, FINALMENTE IL SOLE!



A valle vediamo le case, non manca molto e fortunatamente chiedendo informazioni in un magnifico agriturismo ci indicano e prenotano il posto dove poter passare la notte.
Arrivati in paese, sono oramai le 19.30, c'è ancora luce ma rimane solo il tempo di lavare le bici e con loro anche i vestiti, sporchi dal e come il primo giorno di fango, una bella doccia, una bella cena e poi relax fino al giorno successivo ricordando i momenti più duri e i più belli di un'altra splendida giornata passata in compagnia e su percorsi incontaminati e magnifici nonostante il maltempo.

Ah, per cena, forse la parte più attesa del giorno, non ci siamo fatti mancare, oltre la magnifica pizza preparataci dal simpaticissimo pizzaiolo di A TUTTO FOCO di Montale (Pistoia), i magnifici cantucci fatti in casa dalla moglie, BUONISSIMI!

P.s. Anche questa sera, le nostre birrette ed il nostro bicchierino di vin santo non ce lo siamo fatti mancare.


... I primi 140 km "circa" sono ormai alle spalle...